Contributo a fondo perduto fino al 50% per supportare investimenti del settore vitivinicolo.

Contributo a fondo perduto fino al 50% per supportare investimenti del settore vitivinicolo.

Area Geografica: Sicilia
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 07/04/2017
Beneficiari: PMI, Grande Impresa, Micro Impresa
Settore: Agricoltura, Agroindustria/Agroalimentare
Spese finanziate: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi
Agevolazione: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: € 13.000.000

Descrizione completa del bando
Con il presente invito sono aperti i termini per la presentazione dei progetti relativi alla Misura “Investimenti”.

Soggetti beneficiari
I soggetti che possono beneficiare del’aiuto per gli investimenti, di seguito chiamati “beneficiari”, sono le imprese che svolgono sia la fase di trasformazione che di commercializzazione.
In particolare, il sostegno è rivolto alle seguenti categorie di beneficiari:
– le microimprese, le piccole e medie imprese,
– le imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo non supera i 200 Milioni di Euro; per tali imprese l’intensità massima degli aiuti previsti è ridotta al 25% della spesa effettivamente sostenuta,
– le imprese classificabili come grande impresa ovvero che occupi più di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo sia superiore ai 200 milioni;

Le suindicate tipologie di imprese beneficiarie possono concorrere sia in forma singola che in forma associata.

Tipologia di interventi ammissibili
1) realizzazione e/o ammodernamento delle strutture aziendali, nonché acquisto di attrezzature per la produzione, trasformazione, imbottigliamento, confezionamento, commercializzazione, e conservazione del prodotto:

1a) cantina;
1b) cantina fuori terra;
1c) cantina interrata;
1d) fabbricato per trasformazione prodotti vitivinicoli;
1e) riattamento di strutture per la trasformazione aziendale;
1f) fabbricato per commercializzazione prodotti vitivinicoli;
1g) riattamento di strutture per la vendita diretta di prodotti vitivinicoli;
1h) fabbricato per stoccaggio conservazione prodotti vitivinicoli;
1i) riattamento di strutture per la conservazione prodotti vitivinicoli;
1l) attrezzature per la commercializzazione prodotti vitivinicoli;
1m) attrezzature per conservazione prodotti vitivinicoli;
1n) attrezzature per trasformazione prodotti vitivinicoli;
1o) attrezzature per vendita diretta prodotti vitivinicoli;
1p) macchine per distribuzione acque reflue in cantina;
1q) impianto trasformazione, conservazione, commercializzazione vino;
1r) impianto trattamento reflui cantina;
1s) attrezzature informatiche (hardware e software) per l’informatizzazione delle fasi di vinificazione,
toccaggio e commercializzazione;
1t) E-commerce “cantina virtuale” piattaforme web finalizzate al commercio elettronico;
1u) Sistemazione di aree esterne al servizio della struttura di trasformazione.

2) Punti vendita aziendali purché non ubicati all’interno delle unità produttive, comprensivi di sale di degustazione;
2a) investimenti materiali per l’esposizione dei prodotti vitivinicoli, compresa la degustazione;
2b) investimenti materiali per la vendita aziendale dei prodotti vitivinicoli e la degustazione, ivi comprese le attrezzature informatiche.

3) Acquisto di recipienti e contenitori e barriques per l’invecchiamento e la movimentazione dei vini.

Entità e forma dell’agevolazione
La dotazione finanziaria è pari ad € 13.000.000,00.
L’aiuto massimo previsto, a valere sulle risorse comunitarie, è pari al al 50% dei costi d’investimento ammissibili di cui al progetto approvato.
Nel caso di imprese che occupano meno di 750 persone o il cui fatturato annuo non supera i 200 milioni di euro, l’importo massimo concedibile è dimezzato, e quindi pari al 25% dell’investimento finanziabile.
Nel caso di imprese classificabili come grande impresa, ovvero che occupi più di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo sia superiore ai 200 milioni, il livello di aiuto è fissato al 19% della spesa effettivamente sostenuta.

E’ previsto un finanziamento in conto capitale, da calcolarsi in percentuale sul costo totale ammissibile dell’intervento richiesto a finanziamento. Per quanto concerne gli interventi finanziabili, vengono fissati i seguenti limiti di spesa:
– € 1.500.000,00 quale limite massimo del costo totale dell’investimento ammissibile;
– € 50.000,00 quale spesa minima ammissibile a finanziamento.
Nel caso di progetti che comportino anche interventi di realizzazione, ammodernamento e/o miglioramento della linea d’imbottigliamento, l’importo totale di progetto potrà essere elevato sino ad un massimo di € 2.500.000,00.

Scadenza
7.4.2017

Registrati al nostro portale puoi ricevere tutte le info , gratuitamente, su contributi e agevolazioni, finanziamenti aziendale e non solo.

https://www.financebusinessltd.it/wp-login.php…