Contributo a fondo perduto promosso dal MIPAAF per l’accesso ai finanziamenti del settore apistico per l’anno 2017.

Contributo a fondo perduto promosso dal MIPAAF per l’accesso ai finanziamenti del settore apistico per l’anno 2017.

Area Geografica: Italia
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 15/02/2017
Beneficiari: Associazioni/Onlus/Consorzi, Ente pubblico
Settore: Agricoltura, Pubblico, Servizi/No Profit
Spese finanziate: Promozione/Export, Consulenze/Servizi
Agevolazione: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: € 689.000

Descrizione completa del bando

E’ approvata la ripartizione, per misure e sottomisure, del finanziamento assegnato al Sottoprogramma del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per l’annualità 2017 in merito al settore apistico.
Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda per l’attribuzione dei finanziamenti gli Istituti di ricerca, gli Enti e le forme associate, in possesso dei requisiti richiesti nel presente decreto e che hanno costituito nel sistema del SIAN il proprio “fascicolo aziendale” attivo presso un Centro di Assistenza Agricola autorizzato. Per le organizzazioni di produttori apistici, ai fini della rappresentatività, è necessaria la dimostrazione di rappresentare un volume di prodotto conferito, nel 2015, superiore a 10.000 quintali e di essere operativi nel settore apistico almeno dal 2015, in più di cinque regioni. La consistenza associativa delle associazioni/organizzazioni di secondo grado è calcolata sulla base dei soli apicoltori associati alle singole organizzazioni di produttori aderenti. Gli istituti di ricerca e gli altri enti pubblici e privati dovranno dimostrare di possedere una comprovata esperienza nel settore apistico.
Tipologia di interventi ammissibili ed entità dell’agevolazione

339mila euro per la Misura A, di cui:

5mila euro per la Sottomisura A1.1 Corsi di aggiornamento e formazione rivolti a dipendenti di enti pubblici;
5mila euro per la Sottomisura A1.2 Corsi di aggiornamento e formazione rivolti a privati;
261mila euro per la Sottomisura A.2 Seminari e convegni tematici;
68mila euro per la Sottomisura A.3 Azioni di comunicazione: sussidi didattici, abbonamenti schede ed opuscoli informativi;

80mila euro per la Misura B, in particolare per la Sottomisura B.2 Indagini sul campo finalizzate all’applicazione di strategie di lotta caratterizzate da basso impatto chimico sugli alveari;

25.500 euro per la Misura D, in particolare per la Sottomisura D.3 Presa in carico di spese per le analisi qualitative dei prodotti dell’apicoltura;

140mila euro per la Misura F, di cui:

17mila euro per la Sottomisura F.1 Miglioramento qualitativo dei prodotti dell’apicoltura mediante analisi fisicochimiche e microbiologiche, studi di tipizzazione in base all’origine botanica e geografica;
123mila euro per la Sottomisura F.2 Ricerche finalizzate alla lotta alle malattie e agli aggressori dell’alveare;

72mila euro per la Misura G Monitoraggio del mercato;

32.500 euro per la Misura H Miglioramento della qualità dei prodotti per una loro maggiore valorizzazione sul mercato.
Scadenza

E’ possibile presentare domanda entro le ore 16.00 del giorno 15 febbraio 2017.